Selex Sistemi Integrati, società Finmeccanica, ha firmato un accordo del valore di 300 milioni di euro con la General People's Committee for General Security libica per la realizzazione di un grande sistema di protezione e sicurezza dei confini. La prima tranche, di 150 milioni di euro, è già operativa. L'intesa è tra le più importanti finora raggiunte da un'azienda di Finmeccanica nei grandi sistemi per l'Homeland security. Selex Sistemi Integrati, in linea con la missione di responsabile dell'architettura di grandi sistemi di Finmeccanica, provvederà alla progettazione, all'installazione e all'integrazione di tutti i sotto-sistemi necessari al programma. La società doterà in particolare il sistema di tutte le funzionalità tipiche dei C3 (Comando, controllo, comunicazione) come, ad esempio, quelle di supporto alle decisioni di comando, di elaborazione dell'informazione, di integrazione dei dati provenienti dai vari sensori - forniti dalla stessa Selex Sistemi Integrati - e di gestione delle emergenze. L'azienda del gruppo Finmeccanica avrà inoltre la responsabilità dell'addestramento degli operatori e dei manutentori e assicurerà l'esecuzione delle opere civili necessarie.