L’assemblea degli azionisti della Mondadori Editore ha approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2012 e deliberato, come proposto dal consiglio di amministrazione, di ripianare integralmente la perdita di esercizio di oltre 39,5 milioni mediante utilizzo, per l’importo corrispondente, di parte della “Riserva sovrapprezzo azioni”. L’assemblea ha confermato in carica, fino alla scadenza del mandato del board, gli amministratori Ernesto Mauri e Danilo Pellegrino, già nominati per cooptazione dal cda il 20 marzo 2013 e il 28 febbraio 2013. Mauri è stato anche confermato nella carica di amministratore delegato. A seguito della scadenza del termine relativo alla precedente autorizzazione deliberata il 19 aprile 2012, l’assemblea ha rinnovato l’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie fino al limite del 10 per cento del capitale sociale. L’assemblea ha inoltre autorizzato a disporre delle azioni proprie acquistate o già in portafoglio alla società. Nel periodo di durata dell’autorizzazione giunta a scadenza, Mondadori ha acquistato sul mercato 1.398.291 azioni proprie, corrispondenti allo 0,56 per cento del capitale sociale. Tenuto conto delle azioni già in portafoglio, le azioni proprie complessivamente detenute sono pari a 14.953.500 (6,067 per cento del capitale) di cui 10.436.014 direttamente in portafoglio alla Arnoldo Mondadori.