“È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera Cipe che stanzia 42 milioni di euro. Con essi saranno avviate le attività di qualificazione ambientale incluse nel Piano industriale di Campania Ambiente, già approvato dalla Giunta”. Lo ha reso noto l'assessore all'Ambiente della Regione Campania Giovanni Romano. “Si tratta – ha spiegato Romano – di un provvedimento particolarmente atteso, con cui si provvederà alla collocazione al lavoro del personale delle società in liquidazione Astir, Arpac Multiservizi e Jacorossi, e che approva la programmazione di una quota delle risorse residue del Fondo Sviluppo e Coesione 2007 -2013 relative alla Campania per la riqualificazione ambientale finalizzata alla fruizione e al riutilizzo delle aree litorali e del patrimonio regionale con l’inclusione delle aree confiscate alla camorra (cui vengono destinati 12 milioni di euro) e alla messa in sicurezza del territorio mediante mitigazione dei rischi ambientali e igienico-sanitari: georeferenziazione e monitoraggio dei siti oggetto di abbandono di rifiuti e potenzialmente inquinati;  differenziazione e raccolta dei rifiuti; verifica dello stato di contaminazione della matrice suolo, rifunzionalizzazione e monitoraggio dei siti (cui andranno gli altri 30 milioni). Procederemo subito alla definizione dell'Accordo di Programma Quadro con il ministero dello Sviluppo economico, il ministero dell'Ambiente in cui verranno fissate le modalità di attuazione degli interventi”. Per l'esponente della giunta Caldoro “subito dopo la stipula sarà individuato un sistema di governance degli interventi che già rientrano nel Piano industriale di Campania Ambiente approvato dalla Giunta”, ha concluso Romano.