“Sono mancate vittorie importanti e abbiamo vinto qualche Corsa in meno ma il 2014 si chiude con un incremento sostanzioso delle somme vinte all’estero dai nostri trottatori”. Lo annunciano con una nota gli Imprenditori Ippici Italiani spiegando come “negli ultimi dieci anni il fenomeno dei Cavalli Italiani impegnati all’estero” sia andato dilagando: “il numero delle corse effettuate è passato da 186 nel 2005 a 3.371 nel 2013 rimanendo stabile a 3.383 nel 2014; il numero delle Vittorie da 37 nel 2005 è cresciuto a 452 nel 2013 e calato decisamente a 401 nel 2014, forse dimostrando che la qualità e la riduzione degli investimenti si sta già facendo tristemente notare; le somme vinte, che nel 2005 contavano appena 1.046.000 euro erano esplose raggiungendo nel 2013 la considerevole cifra di 7.258.000 euro e cresciute ancora, fino a toccare quota 7.734.000, nel 2014”. 

Gli ippici raccontano delle scuderie proprietarie dei cavalli più importanti costrette a rivolgersi all’estero per trovare soddisfazioni di carattere sportivo/ambientale e, soprattutto, di carattere economico per recuperare gli investimenti fatti. “Il Premio Allevatori non percepito, pur considerando le somme riconosciute ai piazzati in corse di gruppo o di dotazione particolarmente elevata, anche quest’anno ammonta a circa un milione e mezzo di euro. Pertanto, senza assolutamente attingere dal montepremi, abbiamo proposto di incrementare il fondo per gli Allevatori dei cavalli Italiani che corrono all'estero in corse con dotazione superiore a 10.000 euro e questo è un obiettivo di primissima rilevanza che si dovrebbe applicare da subito per sostenere il nostro allevamento e che andrà poi consolidato con l’avvento di Lega ippica italiana”. Infine, sempre l’Associazione guidata da Enrico Tuci annuncia come il Mipaaf abbia rispettato quanto aveva espresso nella circolare del 17 settembre scorso e con l’avvio del nuovo anno il Premio aggiunto destinato ai cavalli italiani viene riportato al 50% rispetto al dimezzamento “apportato dal primo luglio al 31 dicembre del 2014”.