Giochi e ippica sono accumunate dal destino nell'art.14 della Delega Fiscale che contiene al contempo un riordino del mondo del gaming e la riforma dell'ippica attesa da tempo. Arriva dal Coordinamento Ippodromi il plauso per la proposta di Daniele Capezzone e Marco Causi "di prorogare, vista la complessità degli argomenti della Delega fiscale tra cui l'art 14, relativo ai giochi pubblici ed alla riforma dell'ippica, di otto mesi e quindi di rinviare il previsto decreto attuativo di riforma, a fine anno”. Il presidente Attilio D'Alesio sottolinea attraverso una nota come altro tempo sia necessario per avviare "seriamente e con tempi adeguati, il percorso di confronto tra le istituzioni e le rappresentanze della filiera ippica, ancora non iniziato" per raggiungere l'obiettivo di una "riforma condivisa, come auspicato recentemente dal presidente della commissione agricoltura Sani". Il coordinamento poi rinnova al sottosegretario Baretta incaricato della materia la richiesta di un incontro.