"Dobbiamo partire da una identità, dalle nostre idee, da uomini che possano incarnarle e su questa base prepararci a competere con una sinistra diversa da quella del passato". Lo ha detto Gaetano Quagliariello, coordinatore nazionale di Ncd, intervenendo a Foggia al convegno 'Ripartire da Tatarella per ricostruire il centrodestra'. "Con orgoglio - ha proseguito - Ncd può oggi rivendicare il metodo seguito in Puglia: non ci siamo consumati in tavoli e mediazioni ma abbiamo avuto il coraggio della proposta, di una proposta che rispondesse a una identità e potesse essere compresa e condivisa. Più di due mesi fa, già a novembre, senza logorarci nei rituali della vecchia politica e senza contrattare niente con nessuno, il Nuovo Centrodestra ha scelto di sostenere Francesco Schittulli come candidato alla presidenza della Regione Puglia, senza attribuirgli etichette di partito ma scommettendo su una proposta in grado di aggregare e di lanciare la sfida al campo avversario. Allora sembrava un azzardo: stasera, due mesi dopo, apprendiamo che quella di Schittulli è diventata una candidatura condivisa. Il fatto che ciò avvenga mentre ricordiamo un maestro della politica - ha concluso Quagliariello - è un buon auspicio".