Si terrà mercoledì 25 marzo una manifestazione nazionale con un presidio di protesta presso il Ministero delle Politiche agricole. Lo hanno fatto sapere con una nota congiunta le parti sociali degli Ippodromi italiani, rappresentate dalle organizzazioni sindacali nazionali (Slc Cgil e Fisascat Cisl) e le associazioni nazionali della categoria (Federippodromi e il Coordinamento Ippodromi). “Preso purtroppo atto di non aver ricevuto alcun riscontro alle numerose richieste di incontro – si legge nel comunicato - in particolare alla lettera inviata in data 9 febbraio scorso ai ministri Martina e Padoan, con la quale si richiedeva un incontro urgente per affrontare la gravissima crisi e le mancate risposte all’emergenza economico-finanziaria che sta attualmente strangolando l’ippica nazionale e le migliaia di operatori e famiglie occupate ed impegnate nel settore”. Oltre alla protesta verrà sottoscritto “un documento di lavoro comune per contribuire con proposte concrete alla soluzione della gravissima crisi in atto per partecipare attivamente alla gestione dell’emergenza del settore”. Le parti sottolineano come la situazione sia “gravissima e non sia più possibile andare oltre senza la necessaria attenzione da parte dei ministeri interessati e del Governo” e concludono riservandosi “ogni azione a tutela del settore”.