"Isis qui non c'entra, come probabilmente a Nizza. Uno squilibrato che parla tedesco non è proprio un kamikaze”. Lo afferma Ranieri Razzante, direttore di Orft, l'Osservatorio sul riciclaggio e terrorismo dell'università Luiss di Roma e docente di Legislazione antiriciclaggio nell'università di Bologna. "Purtroppo la psicopatia sta diventando collettiva, risultato sperato dai terroristi islamici. Chi vuole una giustificazione alla sua follia si dà del terrorista, e noi stiamo rischiando di assecondare questa politica, indotta dalla versione mediatica e sensazionalistica dell'Isis e dei suoi seguaci. Urgono azioni repressive - continua Razzante - di quella che possiamo ormai definire la ‘libertà di web’. Chiudere e intercettare siti, mail e messaggistica di tipo sospetto, ed ottenere la collaborazione forzata delle multinazionali dell'informatica e della tecnologia nella segnalazione di traffici di dati anomali, oltre che rendere pubbliche per gli inquirenti tutte le informazioni su qualsiasi modalità di connessione tra pc e telefoni".