"C'è un golpe sui rifiuti per togliere di mezzo Ama. Credo che sindaco Raggi sia stata manipolata da iniziative non sue. Chi doveva prendere decisioni non lo ha fatto: le responsabilità sono distribuite su tutti". Così Daniele Fortini, presidente dimissionario Ama, ospite di Agorà Estate su RaiTre. Per il manager, che ha annunciato il suo addio alla municipalizzata, "il Comune può requisire a Manlio Cerroni l'impianto di Rocca Cencia": "Non doveva essere costruito in quell'area ma dentro il perimetro della discarica di Malagrotta. Mi è stato chiesto di portare rifiuti in un impianto abusivo". Stasera Fortini è atteso alle 20 in audizione alla commissione parlamentare d'inchiesta Ecomafie.