C’è tempo fino alle 14 del 31 ottobre 2016, per gli enti di servizio accreditati, per presentare progetti di Servizio Civile Nazionale da realizzare in Italia e all'estero per complessivi 1.000 volontari, nell’ambito del programma Garanzia Giovani, secondo quanto previsto dal Protocollo d'Intesa dello scorso 6 aprile tra il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ed il Ministero del lavoro e delle politiche sociali. A ricordarlo è il report di questa settimana sull’attuazione di Garanzia Giovani, precisando che i progetti dovranno essere presentati entro la scadenza indicata ed esclusivamente per i seguenti settori ed aree d’intervento: Settore Assistenza (Assistenza disagio adulti; Inserimento lavorativo in agricoltura di persone con disagio; Pet Therapy; Lotta alla illegalità nelle campagne) e Settore Educazione e promozione culturale (Educazione al cibo; Educazione al consumo consapevole; Sportello informa; Educazione alla biodiversità; Educazione ambientale anche con riferimento all’organizzazione di fattorie sociali e didattiche per iniziative di accoglienza e soggiorno di bambini in età prescolare). Per quanto riguarda lo stato di attuazione del programma, il report evidenzia come prosegua la crescita del numero dei giovani presi in carico e di quello dei giovani ai quali è stata offerta un’opportunità concreta tra quelle previste da Garanzia Giovani. Il report settimanale sull’attuazione del programma indica che al 4 agosto 2016, i presi in carico sono 742.351, 3.740 in più della scorsa settimana, con un incremento del 29,1% rispetto al 31 dicembre 2015, data che segna la conclusione della “fase 1” del programma; tra questi, sono 375.528 quelli cui è stata proposta almeno una misura del programma, 2.799 in più della scorsa settimana, con un incremento, rispetto al 31 dicembre 2015, del 47,7%. Aumenta anche il numero dei giovani che si registrano: al 4 agosto gli utenti complessivamente registrati sono 1.118.253, 4.265 in più rispetto alla scorsa settimana, con un incremento del 22,3% rispetto al 31 dicembre 2015. I giovani registrati, al netto delle cancellazioni, sono 954.956.

Nella sezione “Giovani Imprenditori”, il report contiene l’aggiornamento del dato relativo ai giovani che stanno presentando le domande di finanziamento a SELFIEmployment, il fondo promosso dal Ministero del Lavoro e gestito da Invitalia, che eroga finanziamenti agevolati a tasso zero da 5mila a 50mila euro, senza necessità di garanzie reali e con un piano di ammortamento di sette anni. Al 3 agosto i giovani che hanno iniziato l’iter on-line per l’ammissione al finanziamento sono 745; 141 le domande già in fase di valutazione. Procede anche l’attuazione di “Crescere imprenditori”, l’iniziativa nazionale promossa dal Ministero e attuata da Unioncamere per supportare l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità attraverso attività di formazione ed accompagnamento all’avvio di impresa. Al 3 agosto sono 1.078 i giovani che hanno superato il test on-line di valutazione delle capacità imprenditoriali richieste per partecipare alla formazione finalizzata alla redazione del business plan; 260 sono stati avviati ai percorsi, 213 li hanno già conclusi con profitto. Il Report contiene anche un focus sul successo di “Crescere in Digitale”, progetto promosso dal Ministero del Lavoro insieme con Google ed Unioncamere, che offre agli iscritti al programma Garanzia Giovani l’opportunità di approfondire le proprie conoscenze digitali attraverso 50 ore di training online: a 47 settimane dal lancio sono 70.766 i giovani iscritti attraverso la piattaforma www.crescereindigitale.it; di questi 40.562 hanno completato il primo modulo e 6.080 hanno completato tutto il corso. Le imprese che hanno aderito al progetto sono 2.441, disponibili ad accogliere 3.255 tirocinanti. Da sottolineare che le imprese che decideranno di assumere il giovane al termine del tirocinio potranno beneficiare di incentivi fino a 12.000 Euro.