Sono circa 400 i candidati in corsa per guidare i nove musei e parchi archeologici statali al centro della selezione internazionale voluta dal ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini. I nuovi direttori, che saranno scelti entro l'anno, guideranno il Complesso monumentale della Pilotta di Parma, il Museo della Civiltà di Roma, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, il Museo storico e il Parco del Castello di Miramare di Trieste, il Parco archeologico dei Campi Flegrei, il Parco archeologico dell’Appia antica, il Parco archeologico di Ercolano, il Parco archeologico di Ostia Antica, Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli.

Delle 390 candidature arrivate al Collegio Romano, 26 provengono da cittadini stranieri o con doppia cittadinanza, le donne sono in maggioranza con 201 candidature contro le 189 maschili. Le candidature verranno valutate dalla commissione composta da cinque esperti di chiara fama del settore del patrimonio culturale che verrà nominata dal Ministro. La commissione opererà una prima selezione di un massimo di dieci candidati per ciascuna struttura dalla quale, a seguito di un colloquio, verrà individuata una terna per ogni istituto da sottoporre al Direttore Generale Musei per la scelta finale. “La rivoluzione museale continua – dichiara il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – e entro fine anno nove nuovi direttori prenderanno la guida di importanti musei e parchi archeologici per affrontare la sfida resa possibile dalla riforma: promuovere al meglio lo straordinario patrimonio culturale nazionale”.