L'approvazione dell'emendamento presentato da Sinistra Italiana "non è tecnicamente necessaria" ma "nello spirito la apprezzo. Ci sono le risorse necessarie per tutti gli interventi utili nell'immediato nelle zone e per le popolazioni vittime del terremoto". Lo ha sottolineato in aula alla Camera nel corso della discussione sull'assestamento di bilancio il vice ministro dell'Economia Enrico Morando riferendosi all'emendamento di SI in cui si chiedeva di destinare buona parte del fondo per le esigenze indifferibili alla ricostruzione post sisma. "Abbiamo posto in Bilancio risorse più che sufficienti per il 2016 e per gli anni successivi - ha aggiunto -. Il rafforzamento di quel fondo è un elemento di garanzia e certezza. Lo stato è in grado di far fonte a tutte le esigenze. Quel fondo aumenta nel 2016 avvicinandosi al miliardo di euro", dunque - ha concluso - l'emendamento si può "considerare accolto nella sostanza".