Sedicimila prodotti, tra articoli di cancelleria, pennarelli, giocattoli e cosmetici sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Viterbo che, in concomitanza dell'apertura del nuovo anno scolastico, sta eseguendo controlli a tappeto in tutta la provincia per individuare la merce non conforme agli standard di sicurezza comunitari. Il sequestro è avvenuto in due distinte operazioni. Gli oggetti posti in vendita risultavano sprovvisti della marcatura "CE" e delle indicazioni relative al produttore, all'importatore e alle principali caratteristiche della merce. I trasgressori sono stati multati per oltre 8 mila euro.