“Si stanno muovendo in tanti, alcuni Comuni hanno già assunto provvedimenti coraggiosi che limitano l’orario di questo genere di macchinette. Mi sembra giusto segnalare che nei territori che conosco c’è un confronto serrato in atto fra chi non vorrebbe toccare nulla e vorrebbe limitarsi a interventi formali e chi invece chiede interventi di sostanza”. Il deputato dem Mino Taricco torna con il VELINO sulla questione delle norme degli enti locali in materia di gioco d’azzardo. L’esponente piemontese del Pd esprime il suo apprezzamento verso le misure messe in campo “a tutela dei consumatori e delle fasce deboli”. E sulla proposta di eliminare le slot machine da bar e tabaccherie dice: “Ne penso bene in questo senso: da una parte capisco che alcuni esercizi commerciali facciano bilancio con queste macchinette, ma metterle in luoghi cosi facilmente accessibili e troppo ordinari rischia di diventare un elemento di esplosione del fenomeno. Bene fa il governo a intraprendere questa strada, non sarà la soluzione, ma la via è giusta”. Su altre misure come il divieto totale di pubblicità aggiunge: “già a suo tempo la mia posizione era che quanto meno venisse vietata nelle face protette. Un provvedimento che ponga ulteriori limiti dovrà essere messo all’ordine del giorno, bisognerà tornare ad intervenire”. Comunque da parte del governo “mi sembra ci sia una assunzione di consapevolezza e una maggiore attenzione verso il problema”.