Il Ministero dei beni culturali e del turismo e il Ministero della Giustizia, sulla base del protocollo per la conservazione e la valorizzazione della documentazione giudiziaria firmato dai Ministri Dario Franceschini e Andrea Orlando il 6 maggio 2015, procederanno alla digitalizzazione delle carte dei processi per il rapimento e l’assassinio di Aldo Moro. Lo prevede il progetto presentato ai comitati scientifico e tecnico formalmente costituiti con la sottoscrizione del protocollo dal gruppo di lavoro al quale hanno partecipato le amministrazioni coinvolte. Al progetto, che vedrà l’impegno dei detenuti della casa circondariale di Rebibbia nella scansione dei documenti, partecipa attivamente il Consiglio Superiore della Magistratura, che ha in corso un’attività di catalogazione, promozione e diffusione dei processi storici italiani. Grazie a questa iniziativa, oltre un chilometro lineare di fascicoli processuali di primaria importanza nella storia del secondo Novecento, tra i quali sono compresi anche gli atti dei processi riguardanti le stragi dell’aeroporto di Fiumicino del 1973 e del 1985, la banda della Magliana e l’attentato al Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, verranno pertanto acquisiti in formato digitale per consentire la migliore conservazione degli originali, una più agevole consultazione dei fascicoli da parte di studiosi e ricercatori e una più efficace valorizzazione dei diversi materiali.