Resta in carcere Franco Patitucci, il presunto boss cosentino coinvolto nell'operazione 'Laqueo', nel corso della quale lo scorso 31 agosto sono finite in manette 14 persone ritenute appartenenti alle 'ndrine bruzie. Tra i 14 arrestati - accusati a vario titolo, di usura, estorsione e tentato omicidio - ci sono anche presunti boss come Maurizio Rango e Patitucci, e persino il calciatore professionista Francesco Modesto (che nei giorni scorsi è stato scarcerato e oggi pomeriggio a Cosenza terrà una conferenza stampa). Intanto sono giunti gli ultimi esiti del Riesame, ovvero quelli che riguardano Patitucci e Giuseppe De Cicco. Franco Patitucci (già detenuto per altri reati) resta in carcere, anche se i suoi legali Marcello Manna e Luigi Gullo hanno ottenuto l'annullamento della custodia cautelare per un solo capo di imputazione. Accuse confermate pure per De Cicco che però passa dal carcere ai domiciliari. Secondo l'accusa, i clan avrebbero imposto tassi usurari a commercianti e imprenditori della città spesso usando la violenza. Le indagini hanno preso il via in particolare dalle dichiarazioni del pentito Roberto Violetta Calabrese.