Un euro per ogni tonnellata di carta dalla raccolta differenziata dei romani sarà destinato a sostenere le opere di ricostruzione nelle aree colpite dal sisma dello scorso 24 agosto. Dal primo ottobre, nella città di Roma scatterà un’importante iniziativa di solidarietà connessa alla raccolta differenziata. La campagna di raccolta differenziata solidale, promossa su tutto il territorio cittadino da Ama d’intesa con Roma Capitale, terminerà il 31 dicembre. L’iniziativa, resa possibile, su impulso del gruppo Benfante/Baldacci, anche dalla disponibilità di Intercarta, Trash e Romana Maceri/DTV/Ma.Re./Martinelli/Ricicla C.I., società aggiudicatarie dell’appalto indetto da AMA per la selezione e valorizzazione dei materiali cellulosici, coinvolgerà tutti i 15 municipi di Roma.

Per i prossimi 3 mesi, dunque, tutti i romani che effettuano la raccolta differenziata di carta, cartone e cartoncino avranno un motivo in più per smaltire correttamente questo tipo di rifiuti. La raccolta differenziata della carta, infatti, oltre a far bene all’ambiente, permetterà di destinare risorse importanti alle popolazioni colpite dal sisma. La tracciabilità dei quantitativi raccolti, contabilizzati tramite FIR (Formulario di Identificazione dei Rifiuti) e report, permetterà ad AMA di avere riscontri aggiornati sui quantitativi stessi e sulla somma che le società coinvolte si sono impegnate a destinare direttamente ai progetti di sostegno alla popolazione e di ricostruzione delle aree colpite dal recente terremoto. Il ricavato sarà interamente devoluto sul conto corrente “Roma adotta Amatrice”, aperto da Roma Capitale a favore dei comuni colpiti dal sisma.