Il nuovo ambasciatore della Colombia in Italia, Juan Mesa Zuleta, si è insediato con i migliori auspici. Il diplomatico ha presentato le sue credenziali al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nello stesso giorno in cui il governo di Bogotà e le Farc hanno firmato lo storico accordo di pace, ponendo fine a oltre 40 anni di conflitto armato. L'evento, peraltro, è stato trasmesso in diretta video in un evento organizzato dall'ambasciata e vi hanno partecipato numerosi colombiani nonché membri della diplomazia internazionale. Nell'occasione, il concittadino Luis Alfonso Mora è stato insignito dòlla medaglia di cavaliere al merito per le 17 persone salvate durante i8l terremoto ad Amatrice L'ambasciatore, laureato in giurisprudenza (è avvocato), ha svolto in precedenza incarichi sia in ambito statale sia in quello privato. Sul primo versante, dal 1994 al 1996 è stato assessore presso la segreteria privata della presidenza della Repubblica. Poi, ha ricoperto la carica di segretario privato del capo dello stato (1996-1998). Dal 2010 al 2012 è stato alto consigliere per le Comunicazioni e fino al 2013 direttore del dipartimento Amministrativo della Presidenza. Le cariche istituzionali sono state intervallate da quelle accademiche (direttore dell'Istituto di scienza politica Hernan Echavarria Olozaga dal 1992 al 1994) e da quelle nel mondo dell'imprenditoria (posizioni ai vertici presso Caracol Radio, 1999-2003; responsabile Radio e Tv del Grupo Latino de Publicidad, 2003-2006; direttore di Mercato a Caracol Radio, fino al 2007; consulente indipendente, dal 2007 al 2010, e socio di Cano & Mesa, comunicazioni strategiche, fino alla nomina a Roma). Nel suo incarico alla guida della sede diplomatica subentra a Juan Sebastian Betancur, che ha lasciato alcuni mesi fa.