L'ex presidente del Piemonte Roberto Cota è stato assolto nel processo sulle spese "pazze" della Regione. Erano imputate 25 persone, ovvero 24 consiglieri regionali e una dipendente di un gruppo consiliare. Il processo si è chiuso con 10 condanne e 15 assoluzioni. La Procura aveva chiesto pene che andavano dai 16 mesi a 4 anni e 4 mesi. Per l'ex governatore la richiesta dei pubblici i ministeri era di 2 anni e 4 mesi. "Sono contento, fin dall'inizio sapevo di essere innocente, è giusto avere fiducia e questa sentenza dimostra che una parte del sistema funziona" ha commentato Cota che poi ha dedicato qualche parola al presidente del Consiglio che aveva citato la sua vicenda come esempio di mala politica. "Oggi c'è stata la risposta, Renzi farebbe bene a stare zitto e a interpretare con maggiore dignità il ruolo del premier".