Falso in bilancio e manipolazione del mercato nel caso Fonsai. Per queste accuse il tribunale di Torino ha condannato Salvatore Ligresti a 6 anni di carcere e a una multa da 1 milione e 200 mila euro, la figlia Jonella a 5 anni e 8 di carcere e una multa da un milione. L’ex amministratore delegato di Fonsai, Fausto Marchionni, è stato condannato a 5 anni e tre mesi e a 600 mila euro di multa. Il revisore dei conti Riccardo Ottaviani a 2 anni e 6, di carcere. Assolve Antonio Talarico, l’ex vicepresidente della compagnia assicurativa, e Virgilio Ambrogio, responsabile legale, perché il fatto non costituisce reato. Le condanne comminate dai giudici del capoluogo piemontese non si allontanano dalle richieste della procura torinese, che aveva chiesto per il patron di Fonsai e per la figlia una condanna per 7 anni e tre mesi di reclusione oltre a due milioni di euro di multa ciascuno.