E' morto all'eta' di 90 anni Dario Fo. Il premio Nobel per la letteratura nel 1997 era stato ricoverato in ospedale a Milano qualche giorno fa. Ha lavorato fino all'ultimo e solo pochi giorni fa aveva fatto nella sua casa milanese una conferenza stampa per il suo nuovo libro "Darwin". Fo è stato drammaturgo, attore, regista, scrittore, autore, illustratore, pittore, scenografo e molto altro. Era nato a Sangiano, in provincia di Varese e nel 1954  aveva sposato Franca Rame, dalla quale ha avuto un figlio. Insieme per quasi sessant'anni hanno condiviso l'impegno civile e quello lavorativo. Nel 1969 il drammaturgo aveva portato' per la prima volta in scena il "Mistero buffo", la sua opera piu' famosa. Fo era l'unico attore sul palco e recitava testi antichi in un linguaggio teatrale mescolando lingue e dialetti.

"La morte di Dario Fo addolora gli italiani - ha affermato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella -. Con il suo genio creativo e con la sua incrollabile passione civile ha arricchito la cultura del nostro Paese, nella lunga stagione che va dal dopoguerra ai giorni nostri.Desidero esprimere al figlio Jacopo, ai familiari, ai conoscenti e agli amici la mia vicinanza, e insieme la condivisione di una memoria, che è parte della storia del teatro, della televisione, della letteratura. La qualità della sua opera artistica, la capacità di inventare linguaggi e forme nuove di espressività, l’ironia e il sarcasmo, usati per indagare comportamenti e realtà sociali, sono riusciti a superare la soglia dell’eccellenza riscuotendo grandi apprezzamenti, in Italia e nel mondo. Il premio Nobel per la Letteratura, conseguito nel 1997, ha costituito l’alto riconoscimento ai suoi meriti. La sua testimonianza, che ricordiamo sempre unita in un sodalizio indistruttibile a quella di Franca Rame, è offerta alle giovani generazioni con quel sorriso e quella voglia di allegria che ha manifestato e che non deve mai abbandonare, anche davanti a momenti difficili".

  "Con Dario Fo l'Italia perde uno dei grandi protagonisti del teatro, della cultura, della vita civile del nostro Paese. La sua satira, la ricerca, il lavoro sulla scena, la sua poliedrica attività artistica restano l'eredita' di un grande italiano nel mondo. Ai suoi familiari il cordoglio mio personale e del governo italiano", ha affermato il presidente del Consiglio Matteo Renzi. "Ci ha lasciato il Grande Dario Fo. Negli occhi ho ancora la sua gioia mentre descriveva ogni suo oggetto all'apertura del Museo Fo di Verona", ha scritto su Twitter il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. E Carla Ruocco, deputata e componente del 'direttorio' M5S, sempre su Twitter ha aggiunto: "con grande tristezza apprendo della morte di un gigante della cultura italiana, guida morale del M5S".