“La mia proposta è quella di togliere la giocata di 500 euro per le vlt. È l’ipotesi su cui sto lavorando. L’obiettivo è almeno di dimezzare la cifra come un segnale di serietà complessiva. Dimezzare la giocata sarebbe già un buon risultato”. Lo anticipa al VELINO il sottosegretario all’Economia con delega ai giochi Pierpaolo Baretta. In vista del nuovo confronto con gli enti locali in Conferenza Unificata previsto il prossimo 20 ottobre il sottosegretario conferma così che è pronto “ad ulteriori passi in avanti” per raggiungere un’intesa. Sul tavolo dunque sarà messa anche la disponibilità a intervenire sulle videolottery, da molti ritenute più aggressive e pericolose delle Awp. Baretta ribadisce poi che siamo “intenzionati a realizzare entro il 2017 la riduzione del 30% delle Awp partendo da bar e tabacchi”. Alla vigilia della presentazione della Manovra il sottosegretario all’Economia chiarisce che le cifre circolate in questi giorni - e che vorrebbero il settore dei giochi contribuire per circa 800 milioni - “non sono fondate”. Pur non entrando nei dettagli dei numeri il sottosegretario assicura che “saranno di certo cifre inferiori dal momento che non è previsto nessun aumento del Preu ”.