Via libera alla legge di Bilancio per il 2017 “L’Italia non va ancora bene ma dopo 2 anni e mezzo va meglio di prima. Noi però non siamo contenti, vogliamo di più, abbiamo fame di risultati postivi. Ma comunque va meglio di come andava prima”. Lo ha detto il premier italiano, Matteo Renzi, nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri che ha dato via libera alla Legge di Bilancio 2017. “Questa è la quarta manovra del nostro governo, spero che sia chiaro il disegno che viene fuori unendo i puntini”. Il presidente del Consiglio conferma quindi la chiusura “della parentesi di Equitalia”, aprendo così un “capitolo nuovo del rapporto tra il fisco e i cittadini”. Il testo che concerne la legge di bilancio 2017, aggiunge Renzi, “è pieno di buone notizie per l’Italia e gli italiani”.

Su Twitter il ministro delle Riforme, Maria Eelena Boschi, scrive: “Molto felice della stabilità 2017. Un grande lavoro di squadra per l'Italia #passodopopasso”. Per il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, “con #stabilita2017 continua investimento sui giovani e sul capitale umano. Salto di qualità sul diritto allo studio”. Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al termine della riunione ha annunciato che il Fondo per la Sanità avrà 2 miliardi in più e, come ha confermato la collega Lorenzin, si porta a 113 miliardi. “Si passa da 111 a 113 miliardi”, ha spiegato Renzi in conferenza stampa. “Sulla sanità questo governo non ha mai tagliato e non inizierà ora a farlo”. Per i comuni terremotati saranno destinati 4,5 miliardi, 3 miliardi di bonus ristrutturazione, 1 miliardo in più per scuola e università, 600 milioni più per la famiglia. “Dopo Imu e Irap via anche Irpef per chi vive di #agricoltura”, ha quindi annunciato su Twitter il ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina. “Per le pari opportunità 60 milioni in bilancio. Contro la tratta di esseri umani, contro la violenza sulle donne", ha scritto su Twitter il ministro Boschi.