Sagas è fuori, Sacal e IG Aeroporti devono presentare "integrazioni", Ase spa invece è già certa di partecipare alla gara per la gestione degli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone. È questo l'esito della seduta relativa alla valutazione documentale delle domande di partecipazione alla gara ad evidenza pubblica bandita dall'Enac per l'affidamento della concessione trentennale sui due scali. È proprio l'Ente nazionale per l'aviazione civile a informare che "Sagas spa è stata esclusa per carenze non recuperabili con il soccorso istruttorio", mentre "per le società IG Aeroporti e Sacal spa sono state chieste integrazioni attraverso l'istituto del soccorso istruttorio". La loro ammissibilità alla gara, dunque, è sospesa in vista dell'"esito della ricezione delle integrazioni richieste che devono essere fatte pervenire entro il 28 ottobre". Enac chiarisce invece che «per la Ase spa non sono state rilevate carenze e quindi è stata confermata la sua ammissione». Un comunicato stampa diffuso da Sacal al termine della riunione chiarisce che "Enac, confermata la regolarità della documentazione presentata dalla Sacal, ha richiesto di acquisire la dichiarazione resa dall'incaricato, attestante il possesso, alla data della presentazione di partecipazione alla gara, dei poteri per impegnare il garante o altra documentazione attestante tali poteri. Detta dichiarazione è già in possesso della Sacal che provvederà, entro il termine richiesto, a trasmetterla all'Enac per la chiusura della fase di verifica amministrativa". Insomma, per l'ammissione della società che gestisce l'aeroporto di Lamezia Terme mancherebbe davvero poco.