“Siamo da sempre al fianco dei cittadini e ribadiamo ancora una volta la contrarietà allo smantellamento e alla chiusura dell’ospedale San Gennaro di Napoli”. così la nota del M5S di Napoli. “Dopo due interrogazioni parlamentari – si legge nel testo - a prima firma della deputata Vega Colonnese e la visita al nosocomio della consigliera regionale Valeria Ciarambino, oggi il M5S chiede chiarezza sulle procedure adottate per la chiusura dei reparti presentando un’istanza formale di accesso agli atti dove, tra l’altro, si richiede la disposizione DAO (dipartimento assistenza ospedaliera) con cui si dispone il blocco dei ricoveri”. “E’ assurdo – sottolinea la deputata Vega Colonnese, componente della Commissione affari sociali e Sanità della Camera - che, come sempre, queste decisioni si adottino senza alcuna programmazione, non tutelando i pazienti e tenendo gli stessi operatori all’oscuro del loro destino lavorativo”. Secondo la portavoce del M5S l’accelerazione della chiusura dell’ospedale San Gennaro, il trasferimento del personale e l’allocazione delle strutture all’ospedale Ascalesi non tengono in alcuna considerazione l’esigenza di una pianificazione a tutela della salute dei pazienti ricoverati e della condizione di immunodepressione dei ‘pazienti fragili’ che li espone al grave rischio di infezione non essendo dato il tempo di dimettere i ricoverati o quanto meno di metterli in sicurezza. Logica avrebbe voluto che si fossero bloccati nuovi ricoveri e si attendessero le dimissioni dei pazienti ricoverati coi tempi dovuti. Oggi invece è comparsa già la ditta di traslochi e sono partiti gli ordini di servizio per il trasferimento del personale in forze all’ospedale San Gennaro.