Il presidente Obama ha definito "inedito" il sostegno alla Russia del candidato repubblicano alla Casa Bianca, Donald Trump. "Trump continua a lodare Putin in un modo che non ha precedenti nella politica americana. I leaders repubblicani, che criticavano la Russia e il mio dialogo con quel Paese, ora invece si stanno riavvicinando a Mosca. Eppure la Russia ha violato norme internazionali: chi occuperà il mio ufficio dovrà rispettare i nostri valori. Abbiamo mostrato molto rispetto verso Mosca negli anni" ha detto Obama rimarcando però il tema dell'atteggiamento aggressivo di quel Paese rispetto "ad alcuni territori del mondo, come l'Ucraina". La Russia  "deve svolgere, avendo un esercito secondo solo al nostro, un ruolo importante nella soluzione dei problemi e non deve invece essere parte dei problemi: sulla Siria avevo anticipato a Putin che se avesse sostenuto Assad, considerata la sua brutalità, ci sarebbe stata una guerra civile. Ma ha continuato a sostenerlo e il risultato ora e' sotto gli occhi di tutti" ha detto#####Tornando a Trump, Obama ha definito "senza precedenti" l'atteggiamento del tycoon che ha parlato di frodi elettorali nel procedimento elettorale che si concluderà con l'election day. "Trump non mostra il carattere che dovrebbe avere un Presidente. Se gli andranno male le cose, comincerà ad accusare qualcun altro" ha detto Obama. "Una persona seria non parlerebbe mai di brogli. Che peraltro non sono mai successi nella storia americana. Trump smetta di lamentarsi".