Trovare più risorse per il trasporto pubblico locale, incrementando il prelievo erariale unico attualmente applicato ai giochi e alle addizionali. E' quanto prevede la mozione presentata dai senatori del M5s Cioffi, Ciampolillo, Scibona e altri. Gli esponenti dei Cinquestelle ricordano, nello specifico, che a Roma l'età media dei mezzi dell'Atac è tra le più alte d'Italia. "Negli ultimi 8 anni - sottolineano nella mozione - è stato rinnovato poco più del 15 per cento della flotta. A fronte di un totale di circa 1900 mezzi, più di 1500 hanno un'età compresa tra gli 8 e i 16 anni. Appare evidente la necessità di provvedere alla sostituzione del parco mezzi, procedendo all'acquisto di circa 900 mezzi nuovi, che l'azienda potrebbe avviare anche attraverso un maggior supporto economico da parte della Regione e dello Stato, tenuto conto della specificità e delle esigenze di una città come Roma". Da qui la proposta dei senatori grillini che chiedono di "dare attuazione alla risoluzione 7-00613, presentata presso la Camera dei deputati e approvata il 17 dicembre 2015, finalizzata ad incrementare le risorse del fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario, di un importo non inferiore a 50 milioni di euro annui, anche attraverso l'aumento del prelievo erariale unico attualmente applicato ai giochi pubblici ed eventuali addizionali". Ma il viceministro alle Infrastrutture, Riccardo Nencini, nel suo intervento in Aula ha chiesto la riformulazione del punto in questione eliminando il riferimento alla possibilità di incrementare il prelievo erariale come copertura per la misura proposta.