È tutto pronto per l’ultimo faccia a faccia tra Hillary Clinton e Donald Trump prima dell’election day dell’8 novembre. Il dibattito si terrà all’Università del Nevada, Las Vegas quando in Italia saranno le 3 di notte. La candidata democratica è data in vantaggio negli ultimi sondaggi, in particolare da quello diffuso nelle ultime ore da Bloomberg che la dà avanti di ben nove punti sul tycoon americano. Uscito ammaccato ma non annientato dalle polemiche divampate dopo la diffusione di un vecchio video in cui dispensava consigli su come trattare le donne. Trump, nonostante i duri attacchi subiti anche da fuoco amico, ha rilanciato alzando anzi il tiro denunciando il rischio di una frode elettorale su larga scala che incomberebbe sulle presidenziali. Ieri su questo punto è intervenuto il presidente Barack Obama in persona che ha stigmatizzato la denuncia del candidato repubblicano evidenziandone il profilo e il carattere poco presidenziale.

Trump invece attacca i giornalisti e dice di non credere ai sondaggi. Cerca di parlare alla pancia dell’America insistendo sui temi della sicurezza e dell’immigrazione clandestina. Ma soprattutto cerca spunti dalle nuovi rivelazioni di WikiLeaks . Nonostante sia stata bloccata dall’Ecuador la connessione a Julian Assange, che è da mesi rifugiato nella ambasciata del Paese a Londra, il sito sta continuando a pubblicare online le email di John Podesta, a capo della campagna per portare Hillary Clinton alla Casa Bianca. E proprio il contenuto delle mail hackerate dall’account di Podesta potrebbero offrire qualche spunto per il dibattito di questa notte. Oggi è stato messo on line il dodicesimo blocco di mail: in tutto da inizio ottobre ne sono state diffuse 19 mila.

Il terzo e ultimo confronto tra i due candidati si preannuncia più caldo che mai. Secondo indiscrezioni gli organizzatori della campagna di Trump avrebbero tentato di trasformarlo in un’occasione di grande imbarazzo per Hillary Clinton, facendo trovare suo marito Bill faccia a faccia con alcune donne che in passato lo hanno accusato di molestie sessuali. Per tutta risposta lo staff della candidata americana secondo quanto ha rivelato il New York Times ha chiesto al comitato che organizza i dibattiti televisivi di cambiare il protocollo in modo che le famiglie dei due candidati non si incontrino. Bill e Melania Trump entreranno da ingressi opposti e non avranno modo di stringersi la mano.