Viva soddisfazione da parte del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni per la ratifica dell'Accordo di Parigi “COP21” - collegato alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici - a poco più di due settimane dall’avvio dell’iter parlamentare. “Oggi è un giorno importante - ha dichiarato il ministro Gentiloni -. Una volta entrato in vigore l’Accordo di Parigi la rivoluzione dello sviluppo sostenibile entrerà nella sua fase più concreta e operativa”. Gentiloni ha aggiunto che “anche se rimangono ancora molte sfide da affrontare per la comunità internazionale nel suo insieme, il COP21 contribuirà ad evidenziare e cementare il senso di appartenenza a quell'unica società universale che è indispensabile strumento per preservare il nostro pianeta”. Gli impegni indicati nell’Accordo prevedono la riduzione di emissioni di gas serra, con un obiettivo collettivo di -40% rispetto ai livelli del 1990.