"Ascoltare la voce delle istituzioni che si occupano dei migranti, a partite dal ministero dell'Interno e da quello della Salute. Ma ascoltare anche la voce delle associazioni di volontariato e della chiesa che hanno messo al primo posto la questione dell'accoglienza". È questo, come ha spiegato al Velino l'onorevole di Area Popolare Paola Binetti (presidente dell'Associazione Etica e Democrazia) uno degli obiettivi dell'incontro di oggi dal titolo “Il Diritto alla Salute delle Popolazioni Migranti”. Per quanto riguarda la questione sanitaria, "sarà presentato uno studio - ha aggiunto la Binetti riferendosi agli interventi del prof. Massimo Ciccozzi e della prof.ssa Silvia Angeletti - che metterà a fuoco tutti gli indicatori a rischio e spiegherà i bisogni di salute dei migranti elencando tutte le patologie alle quali sono esposti". Infine non potrà non essere affrontato anche il capitolo del sociale. "Analizzeremo - ha aggiunto la Binetti - il contesto in cui vivono, le loro difficoltà e le loro aspirazioni". Un occhio di riguardo, infine, sarà dedicato alla legge di Bilancio: "Cercheremo di capire - ha concluso la Binetti - se quello che c'è nel testo basta o se altri interventi e stanziamenti vanno inseriti in corso d'opera".

Il convegno dalle 15, nella Sala della Regina di Palazzo Montecitorio sarà aperto dal ministro dell'Interno Angelino Alfano. Sono previsti, tra gli altri, gli interventi di del Presidente della Fondazione Migrantes Mons. G. Di Tora e del Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza, di identificazione ed espulsione, nonché sulle condizioni di trattenimento dei migranti e sulle risorse pubbliche impegnate Federico Gelli. Le conclusioni saranno infine affidate a un rappresentante del ministero della Salute.