Cinque persone in manette e un cittadino marocchino sottoposto alla misura cautelare dell’ obbligo di dimora, è questo il bilancio di un’operazione anticrimine condotta dai Carabinieri di Crotone, su ordine della Procura della Repubblica del capoluogo. Sono tutti accusati - si legge in un comunicato - di concorso in rapina a mano armata, danneggiamento aggravato e spaccio di ingenti quantitativi di cocaina. Tre degli arrestati sono rampolli di esponenti di vertice della ‘Ndrangheta di Cutro (KR). Il pericoloso gruppo criminale, formato infatti da giovani poco più che ventenni, autofinanziava le proprie attività di spaccio di cocaina mediante rapine e atti intimidatori (incendi) ai danni di imprenditori locali.