L'Egitto entrerà nel mercato internazionale del petrolio e cercherà prezzi migliori per soppiantare le consegne sospese dall'Arabia Saudita. Lo ha annunciato il ministro del Petrolio del Cairo, Tareq el Molla. "Entreremo nel mercato internazionale. Le nostre azioni dipenderanno dai prezzi e dal potenziale - ha sottolineato -. Cercheremo un fornitore per il bene del nostro paese e della popolazione". Il ministro ha osservato che l'Egitto importava quasi un terzo del suo petrolio dalla Saudi Aramco prima della sospensione e ha aggiunto che non è in grado di nominare la data del prossimo contratto. "Siamo un grande consumatore e abbiamo a che fare con i fornitori e produttori di tutto il mondo", ha ribadito Molla in risposta a una domanda sul fatto che una società russa potrebbe essere il prossimo fornitore dell'Egitto, sottolineando che la repubblica araba ha collaborato con Rosneft per diversi anni sulle forniture di greggio.

Egypt will enter the international oil market and seek better prices to supplant suspended deliveries from Saudi Arabia, Egyptian Minister of Petroleum Tareq el Molla said Tuesday. "We will enter the international market. Our actions will depend on prices and potential," Molla told reporters. "We will look for a supplier for the benefit of Egypt and for the good of the Egyptian people." The minister noted that Egypt had imported nearly one-third of its oil from Saudi Aramco before the suspension, and said he was unable to name the date of the next contract. "We are a big consumer and we deal with all of the world's suppliers and manufacturers," Molla said in response to a query on whether a Russian company could be Egypt's next supplier, stressing that the Arab republic has cooperated with Rosneft for several years on crude oil supplies.