Funzionari argentini e degli statunitensi si sono incontrati a Buenos Aires per discutere su un ampio spettro di temi commerciali e di investimento, oltre che sulla cooperazione bilaterale in vari settori tra cui la biotecnologia agricola e gli interessi coincidenti nelle organizzazioni multilaterali. Questi sono stati i temi della prima riunione del Comitato consultivo dell'Accordo quadro bilaterale sul commercio e sugli investimenti, firmato a marzo durante la visita di stato del presidente Usa Barack Obama in Argentina. All'incontro hanno partecipato il ministro degli Esteri argentino Susana Malcorra, il titolare della Produzione Francisco Cabrera e il rappresentante del dipartimento del Commercio americano, Michael Froman. Secondo un comunicato congiunto, i due paesi hanno discusso "un ampio spettro di questioni legate al commercio e agli investimenti", tra cui il reinserimento del paese latino americano nel sistema di preferenze generalizzate, da cui è stato sospeso nel 2012. Inoltre, si è parlato dei progressi per l'ingresso di prodotti argentini - come agrumi e carne - nel mercato statunitense e dell'accesso americano al mercato della nazione sud americana. Parallelamente c'è stato uno scambio di informazioni sui negoziati commerciali internazionali che coinvolgono entrambi i paesi.

Washington si è congratulata anche con Buenos Aires per essere stata selezionata come paese ospitante della Conferenza ministeriale dell'Organizzazione mondiale del commercio (Wto) di dicembre del 2017. Nel corso del meeting le due nazioni hanno anche deciso di istituire un Forum per l'innovazione e la creatività per lo Sviluppo Economico, come spazio per lo scambio di idee e pratiche per promuovere la produzione e lo sviluppo economico. La prossima riunione del Consiglio è prevista per nel 2017 a Washington. "In questa nuova fase di dialogo e di scambio - ha detto Cabrera - stiamo consolidando una vera relazione commerciale bilaterale per attrarre investimenti al fine di generare nuovi e migliori posti di lavoro per gli argentini". Malcorra, invece, ha definito l'incontro come "eccellente" e che ha permesso alle parti di "discutere "tutte le questioni all'ordine del giorno".