I paesi arabi del Medio Oriente e del Nord Africa riceveranno fino a 1,5 miliardi di dollari l'anno nell'ambito del piano annunciato durante la conferenza sul clima in Marocco da parte della Banca mondiale. “Nel corso dei prossimi quattro anni, il Piano d'azione per il clima del Mena (Medio Oriente e Nord Africa) si propone di raddoppiare la quota di finanziamento bancario dedicato, portandolo a circa 1,5 miliardi di dollari l'anno entro il 2020”, ha spiegato la Banca Mondiale in un comunicato stampa diffuso dalla città marocchina di Marrakech. Il piano si concentrerà su quattro priorità: sicurezza alimentare e acqua, città sostenibili, il passaggio di energia a basso tenore di carbonio e la protezione dei poveri, ha osservato la nota. Quasi due terzi dell’agricoltura nella regione Mena si basa esclusivamente su precipitazioni, che rende la zona particolarmente vulnerabili ai cambiamenti di temperatura e precipitazioni, conclude il comunicato.

Arab countries in the Middle East and North Africa will receive up to $1.5 billion per year under a plan announced at a climate conference in Morocco by the World Bank on Tuesday. "Over the next four years, the MENA [Middle East and North Africa] Climate Action Plan aims to nearly double the portion of bank financing dedicated to climate action, taking it to around US$1.5 billion per year by 2020," the World Bank explained in a press release issued from the Moroccan city of Marrakech. The plan would focus on the four priorities: food and water security, sustainable cities, the transition to low-carbon energy and protection of the poor, the release noted. Nearly two-thirds of agriculture in the MENA region relies solely on rainfall, which makes the area especially vulnerable to changes in temperature and precipitation, according to the release. The conference in Marrakech follows pledges by nearly 200 nations in Paris last year to reduce emissions that are believed responsible for global warming.