La giunta capitolina, nella tarda serata di ieri, ha adottato lo schema di bilancio 2017-2019 presentato dall’assessore al Bilancio e al Patrimonio Andrea Mazzillo. Il documento è corredato dalle delibere propedeutiche, dallo Stato di attuazione dei programmi e dal Dup (Documento unico di programmazione), tutti approvati durante la riunione di ieri. Viene così rispettato il termine di legge che fissa al 15 novembre l’adozione in giunta del bilancio di previsione triennale e si avvia l’iter che dovrà condurre, entro le scadenze previste dalla normativa, all’approvazione in Assemblea Capitolina. “A Roma non era mai accaduto, almeno negli ultimi dieci anni, che la giunta adottasse lo schema di bilancio di previsione rispettando i termini di legge – sottolinea la sindaca Virginia Raggi - Il Campidoglio potrà avere il provvedimento definitivo di programmazione economica triennale entro le date indicate dal legislatore. È una novità rivoluzionaria per la Capitale, che la pone in testa agli altri grandi Comuni italiani. Ed è un segnale dei principi di legalità e trasparenza ai quali la nostra amministrazione vuole improntare le politiche di bilancio”.

“In passato i bilanci di previsione venivano approvati ad anno già iniziato – continua Raggi – Nel frattempo si amministrava con l’esercizio provvisorio, in dodicesimi, che produceva somme urgenze e debiti fuori bilancio, creando non solo un danno per i conti ma anche alla correttezza delle procedure di spesa, con un ricorso abnorme agli affidamenti diretti. Stiamo lavorando per far sì che queste prassi rimangano lontani ricordi”. “Avremo invece la possibilità di programmare la spesa per il prossimo anno e i successivi. Una spesa che già a partire dal 2017, pur nella ristrettezza di risorse e con il peso dell’eredità del passato, si caratterizzerà per l’attenzione ai trasporti, ai servizi sociali, ai più fragili, ai territori e in particolare alle periferie. Altro aspetto che emerge chiaramente sta nella volontà di non innalzare la pressione fiscale che grava pesantemente sulle spalle dei cittadini romani: viene già ridotta la tariffa sui rifiuti, mentre rimangono invariate tutte le altre”, conclude la sindaca. Il progetto di bilancio verrà ora condiviso con i Municipi e poi sottoposta agli organi dell’Assemblea Capitolina, a partire dalla commissione competente: ci sono dunque gli spazi per accogliere eventuali modifiche successive avanzate dagli stessi assessori, dalle strutture territoriali e dai consiglieri comunali.

“Ora si apre una fase partecipata per illustrare sul territorio lo schema di bilancio e le linee guida che lo ispirano – annuncia l’assessore Mazzillo – Abbiamo cercato di dare priorità alle esigenze dei Municipi recepite nel corso dell’anno acquisendo in maniera strutturale le variazioni di bilancio intervenute per integrare le somme stanziate dalla precedente amministrazione, risultate insufficienti. Uno sforzo ulteriore è stato compiuto per stanziare 10 milioni di euro, sempre per i Municipi, per investimenti su manutenzione delle strade e della caditoie”. “In seguito, l’amministrazione intende intraprendere una serie di azioni che potranno produrre effetti positivi già nel corso dell’esercizio 2017: tra queste ci sono l’adozione di nuovi regolamenti per gli impianti sportivi e per le concessioni, che produrranno un reddito importante per garantire le manutenzioni del patrimonio e l’adeguamento delle strutture dedicate allo sport. Sempre in tema di patrimonio, l’azione amministrativa non sarà mirata solo al recupero di risorse ma anche alla creazione di valore sociale attraverso iniziative che vadano a favorire la presenza, all’interno degli spazi di proprietà del Campidoglio, di realtà che svolgono servizi per la collettività – aggiunge Mazzillo – Nonostante i vincoli finanziari e una spesa sostanzialmente ‘ingessata’, quindi, cominciamo a dare dei segnali ben precisi sulla strada che intendiamo intraprendere. E che potrà dispiegarsi pienamente già nel corso dell’anno prossimo”.