Nel 2017 i produttori dell’UE potranno disporre di una dotazione finanziaria più consistente, pari a 133 milioni di EUR, per promuovere i prodotti agricoli dell’UE al di fuori e all’interno del suo territorio e continuare la ricerca di nuovi mercati. La Commissione ha adottato la strategia 2017 per la promozione dei prodotti agricoli dell’UE, con una dotazione complessiva di 133 milioni di EUR rispetto ai 111 milioni di EUR disponibili per il 2016. Detto importo permetterà di cofinanziare numerosi programmi, per la maggior parte destinati a regioni e paesi terzi, tra cui la Cina, il Medio Oriente, l’America settentrionale, il Sud-Est asiatico e il Giappone.

Tale orientamento contribuisce a dare ulteriore slancio all’offensiva diplomatica avviata all’inizio dell’anno dal commissario Hogan allo scopo di trovare nuovi sbocchi commerciali e sostenere il consumo dei prodotti UE all’estero. Di ritorno da una missione di lavoro in Vietnam e in Indonesia, il commissario UE per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, Phil Hogan, ha dichiarato: “Prendo atto con piacere di questi nuovi programmi, soprattutto se si tiene conto delle recenti difficoltà incontrate dai mercati. Ho appena concluso il mio viaggio in Asia nel quadro delle nostre iniziative di promozione delle esportazioni di prodotti agroalimentari e sono rimasto colpito dall’interesse mostrato dagli importatori e dai consumatori in questo angolo di mondo. L’ulteriore espansione dei nostri programmi di promozione prevista per il prossimo anno è particolarmente importante anche in quanto nuovo stimolo alla crescita e all’occupazione nel settore agroalimentare. A livello dell’UE si è notato che un aumento delle esportazioni pari a 1 miliardo di EUR sostiene circa 14 000 posti di lavoro. Sono davvero lieto che sia stata introdotta una nuova iniziativa per la promozione dei prodotti provenienti dall’agricoltura sostenibile.” Entro il mese di gennaio 2017 sarà lanciato un invito a presentare proposte per poter beneficiare della dotazione 2017 a favore delle attività di promozione.

Le organizzazioni proponenti potranno fare domanda e le loro campagne, solitamente triennali, saranno cofinanziate dalla Commissione europea nella misura del 70-85%. La dotazione 2017 risulta decisamente più elevata rispetto ai 111 milioni di EUR dell’anno in corso, a riprova del sostegno fornito dall’UE ai produttori agroalimentari. La campagna promozionale del 2016 sta proseguendo con successo: si è proceduto alla selezione dei beneficiari finali, che saranno in grado di avviare le rispettive campagne all’inizio del prossimo anno. Le campagne selezionate, di cui 60 programmi semplici e 6 programmi multipli*, hanno una portata di gran lunga più ampia e diversificata rispetto al passato. Riguardano infatti 32 paesi terzi, rispetto ai 23 dello scorso anno, e all’interno delle due principali aree di destinazione, gli Stati Uniti e la Cina, vanno ben al di là dei comprensori maggiormente interessati di New York e Pechino. I prodotti più pubblicizzati dalle campagne saranno gli ortofrutticoli (30% dei programmi), seguiti dalle carni (17%) e dai prodotti lattiero-caseari (15%), a dimostrazione dell’importanza di una politica di promozione a sostegno di settori che si trovano in situazioni di mercato difficili, quali i prodotti lattiero-caseari e le carni suine. Un’infografica della politica di promozione dell’UE è disponibile online. Per maggiori informazioni sulla politica di promozione dell’agricoltura, cliccare qui.

Informazioni generali sul programma di lavoro 2017 riguardante le attività di promozione

Le attività di promozione del prossimo anno prevedono un certo numero di cambiamenti. Oltre ad una maggior dotazione per il 2017 – 133 milioni di EUR rispetto ai 111 milioni di EUR del 2016, con un tasso di cofinanziamento del 70-85% – un importo supplementare di 9,5 milioni di EUR sarà disponibile per le azioni di promozione gestite direttamente dalla Commissione (ad esempio, padiglioni dell’UE nelle fiere che si svolgono in paesi terzi, missioni ad alto livello). Uno stanziamento di circa 63 milioni di EUR è destinato a programmi semplici di promozione nei mercati dei paesi terzi. Il piano pone ancora una volta l’accento sui prodotti tutelati dai regimi di qualità dell’UE, delle regioni ultraperiferiche e biologici, ma comprende anche elementi specifici per i comparti che attualmente risentono di difficoltà di mercato, ad esempio il settore lattiero-caseario e quelli delle carni suine e bovine, mentre IP/16/3627 un importo supplementare di 4,5 milioni di EUR sarà disponibile per i settori che dovranno far fronte a crisi impreviste. Un altro elemento nuovo per il 2017 è lo stanziamento di 15 milioni di EUR a favore di programmi di promozione volti ad ampliare le conoscenze in materia di agricoltura sostenibile e ad accrescere la consapevolezza del ruolo dell’agricoltura nell’azione per il clima nel mercato interno. Gli inviti a presentare proposte per il 2017 saranno pubblicati entro il mese di gennaio 2017.

Sul sito di Agricolae la lista completa dei prodotti europei