Gli incassi per le Entrate di Bilancio verificatisi presso le Tesorerie della Repubblica dal 1 gennaio al 31 agosto derivanti da lotto, lotterie ed altre attività di gioco sono stati nel totale 4,9 miliardi, di cui 4,917 di competenza e 69,1 milioni residui. E’ quanto emerge dal conto riassuntivo del Tesoro aggiornato al 31 agosto 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Per la categoria del lotto, lotterie ed altre attività di gioco le entrate tributarie sono state in totale di 13,6 miliardi, di cui 13,5 miliardi generati dall’attività ordinaria di gestione e 86 milioni derivanti dall’attività di accertamento e controllo. Gli accertamenti a tutto il mese di agosto 2016 hanno generato entrate tributarie per il lotto, lotterie ed altre attività di gioco di 3,9 miliardi. Per la categoria imposta unica sui giochi di abilità e sui concorsi pronostici gli incassi per le Entrate di Bilancio verificatisi presso le Tesorerie della Repubblica dal 1 gennaio al 31 agosto sono stati 46,8 milioni. I canoni di concessione per la gestione della rete telematica degli apparecchi da divertimento ed ai giochi numerici a totalizzatore nazionale, sempre dal 1 gennaio al 31 agosto 2016, sono stati per circa 340 milioni di euro. I proventi dalla vendita di biglietti delle lotterie istantanee nazionale ad estrazione istantanea 881 milioni; la disponibilità dei Monopoli di Stato in sede di incorporazione nell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 2,6 milioni; multe, oblazioni e ammende inflitte dalle autorità giudiziarie ed amministrative 1,4 miliardi; il versamento di somme da parte dei concessionari di gioco praticato mediante apparecchi da intrattenimento circa 6,4 milioni; le entrate derivanti dalla partecipazione alla procedura selettiva per l’affidamento delle concessioni per l’esercizio del gioco del bingo tramite rete fisica 7,4 milioni.