Chiusa la partita degli emendamenti alla legge di Bilancio, il provvedimento si appresta ad arrivare nell’Aula della Camera dove verrà votato lunedì 28 per poi passare al Senato. Per quanto riguarda il settore giochi, l’unica proposta approvata dalla commissione Bilancio di Montecitorio è stata quella sulla lotteria dello scontrino avanzata dal deputato Pd Sergio Boccadutri. Bocciati, invece tutti gli altri emendamenti tra cui quelli di Sinistra italiana presentati da Giovanni Paglia, Arturo Scotto e Marisa Nicchi che chiedevano l'aumento del Preu sulle slot al 19,5 per cento e sulle Vlt al 6 per cento. “Con questo modesto innalzamento del Preu sui giochi si potevano finanziare misure significative di carattere sociale, quali il fondo per le politiche abitative, il piano assunzionale dei precari della scuola e il diritto allo studio”, spiega al VELINO Paglia che aggiunge: “Purtroppo il governo li ha bocciati assumendo il solito atteggiamento sui giochi: da una parte annunciare restrizioni e dall’altra non portando a termine alcun provvedimento effettivo”. In Aula verranno ripresentati gli emendamenti? “Potenzialmente lo faremo – risponde il deputato di Sinistra italiana -, ma il governo metterà la fiducia e chiuderà ogni discussione”.