Domani alle ore 11.30 saranno premiati al PAN Palazzo delle Arti di Napoli i vincitori di “Art For U” la mostra, che ha visto coinvolti insieme l’Accademia di Belle Arti ed il Gruppo UnipolSai nata all’interno della più ampia campagna di informazione “Per gioco non per azzardo” di Unipol strutturata con l’obiettivo di contribuire efficacemente al contrasto dei rischi legati al gioco d’azzardo. L’esposizione, aperta fino al 27 novembre, realizzata grazie alla collaborazione dell’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, risultato dell’omonimo concorso bandito nel novembre 2015, rivolto agli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, avvia la fase finale del bando, ovvero, l’assegnazione di 5 premi di 1000 euro ciascuno per i primi 5 lavori, assegnati dalla giuria popolare in base ai criteri di bellezza, efficacia ed emozione che l’opera ha saputo trasmettere al visitatore. Le preferenze del pubblico napoletano, che saranno raccolte fino a questa sera grazie ad una apposita urna allocata negli spazi della mostra, si sommeranno ai giudizi già acquisiti durante l’esposizioni precedenti ospitate a Bologna, Torino, Firenze, Milano e Roma.

A tutti partecipanti al concorso, è stato chiesto di dare un contributo in termini artistici alla crescita di una coscienza critica relativa alle implicazioni del gambling nel tessuto socio economico nazionale e, al tempo stesso aiutare a diffondere comportamenti di protezione dal rischio della pratica del gioco d’azzardo. I partecipanti, attraverso lavori di pittura, grafica, decorazione, video, fotografia, design e scultura, hanno interpretato il rischio della pratica del gioco d’azzardo con un’attenzione particolare alle persone e alle comunità più fragili e vulnerabili.

I 16 lavori esposti, oggetto di votazione, sono già il frutto di una precedente selezione operata a febbraio, dalla giuria scientifica composta dal Presidente e dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli Paolo Ricci e Giuseppe Gaeta, Marco Dotti docente dell’Università di Pavia, fondatore del Gruppo NO SLOT e Piera Cristiani, blogger d’arte, affiancati per Unipol Gruppo da Marisa Parmigiani, Responsabile Sostenibilità, Giulia Zamagni, direttrice del Museo CUBo, nonché gli agenti Abbate Francesco e Amicarelli Fernardo. Dopo la premiazione sarà presentato il libro di Marco Dotti “Ludocrazia. Un Lessico dell’azzardo di massa” ne parleranno insieme all’autore Marisa Parmigiani, Paolo Ricci, Giuseppe Gaeta, Rosario Diana – Docente di filosofia morale presso l’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno (Ispf) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, moderati dalla giornalista Laura Valente.