La Camera, con 348 voti a favore e 144 contrari, ha votato la questione di fiducia posta, a nome del Governo, dalla ministra per le riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, sull'approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo 1 del disegno di legge: Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019. Il voto finale è previsto per lunedì pomeriggio. Il testo passerà poi all'esame del Senato.

Molte le novità:

NORMA 'DE LUCA' - Via libera alla norma che riscrive le regole per i commissariamenti della sanità. I governatori potranno ricoprire l'incarico ma con verifiche ogni 6 mesi.

CONGEDO PAPÀ – Nel 2018 sarà di 4 giorni mentre per il prossimo anno si rimane fermi a 2. Sempre nel 2018 il papà potrà chiedere un giorno in più a valere su quelli della madre.

VIOLENZA DONNE – Alle donne vittime di violenza e ai loro figli saranno destinati 5 milioni annui nel triennio 2017-2019.

BONUS EDILIZIA – Confermato il bonus edilizia mentre saltano i bonus energetici e antisismici per gli incapienti.

RISTRUTTURAZIONE DEBITI – In sede di concordato preventivo o di accordo di ristrutturazione dei debiti sarà possibile stipulare un accordo per la ristrutturazione del debito in caso di fallimento che consenta di tagliare gli importi delle tasse dovute.

EXPO’ – Arriva il commissario straordinario per la liquidazione di Expo 2015; dovrà essere nominato entro 30 giorni dall'entrata in vigore della Legge.

ENTI GESTORI – Incrementati di 4 milioni di euro per il 2017 i fondi per gli enti gestori che organizzano corsi di lingua e cultura all’estero. Questi 4 milioni sono aggiuntivi a quelli per i quali il Governo si era già impegnato, inseriti nel fondo quadriennale di 150 milioni (20 milioni per il 2017).

CONSUMO SUOLO – Le entrate derivanti dalle concessioni e dalle sanzioni edilizie potranno essere utilizzate dai Comuni - dal 2018 - solo per interventi di riqualificazione urbanistica e ambientale del loro territorio e per la prevenzione del rischio sismico e idrogeologico.

DUOMO – Istituito un fondo triennale di 15 milioni di euro a favore della Veneranda Fabbrica del Duomo.

CROCE ROSSA – 80 milioni per la riduzione del debito bancario, nel 2017, della Croce rossa italiana.

OPZIONE DONNA – Estensione di Opzione donna alle lavoratrici nate nei mesi di ottobre, novembre e dicembre del 1958 (e alle autonome nate nell'ultimo trimestre del 1957) che hanno maturato 35 anni di anzianità entro il 2015. Via libera anche all'allargamento della platea dell'ottava salvaguardia.

STOP BOLLO PER START UP - Niente tasse di bollo e di segreteria per le start up innovative.

ACCISE BIRRA - Scende l'accisa a 3,02 euro per ettolitro. Al Senato il governo introdurrà misure anche i piccoli birrifici.

CANCELLIERI NEI TRIBUNALI – Via libera all'assunzione di mille nuovi cancellieri nei tribunali che aggiungono ai mille posti banditi con concorso precedente.

PROROGA GRADUATORIE CONCORSI - Proroga delle graduatorie dei concorsi pubblici per le assunzioni a tempo indeterminato fino a fine 2017.

RINNOVO CONTRATTO MEDICI – Via libera al rinnovo del contratto, come confermato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

LOTTERIA SCONTRINI – Arrivano le lotterie con gli scontrini ma chi paga con bancomat e carte di credito avrà più possibilità. ILVA – Le somme confiscate all'Ilva per procedimenti penali saranno destinate al finanziamento di interventi di decontaminazione e bonifica.

BONUS CULTURA – Il bonus diciottenni cale anche per l’acquisto di 'musica registrata'.

SCONTO FISCO PER BANCHE ETICHE - Il 75% delle somme per incrementare il capitale non concorre a formare l'imponibile.

CICLOVIE – Il Governo stanzia 13 milioni nel 2017, 30 nel 2018 e 40 dal 2019 al 2024 per le ciclovie turistiche.

FLAT TAX – Rimane la norma che prevede una flat tax di 100mila euro per chi trasferisce la residenza nel nostro Paese, dopo aver passato all'estero 9 degli ultimi 10 anni.

LOTTA POVERTA' - La sperimentazione dell'assegno di disoccupazione proseguirà anche utilizzando una parte delle risorse disponibili del Fondo povertà con 150 milioni di euro in più.

FONDI SCUOLA-LAVORO ANCHE A PRIVATE - I 100 milioni per l'attuazione dell'alternanza scuola-lavoro andranno ripartiti anche tra le scuole paritarie e quelle degli enti locali.