Le sanzioni Usa ed europee contro la Russia ostacolano il rafforzamento della sicurezza negli stati occidentali, in quanto la mancanza di cooperazione con Mosca impedisce una lotta efficace contro il terrorismo. Lo ha affermato il vice presidente della Camera dei deputati ed esponente del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio. "Le sanzioni contro la Russia sono in primo luogo un ostacolo al rafforzamento della sicurezza dell'Occidente", ha spiegato Di Maio aggiungendo che è necessario unificare il know-how delle forze di sicurezza russe e occidentali per contrastare il terrorismo e soprattutto l'Isis. Dal 2014, le relazioni tra la Russia e l'Unione Europea si sono inasprite a seguito della crisi in Ucraina. Bruxelles, Washington e i loro alleati hanno introdotto diversi round di sanzioni anti-Russia. In particolare, da quando la Crimea è diventata parte della Federazione nel 2014 e nel corso del presunto coinvolgimento di Mosca nel conflitto tra le milizie indipendentiste in Ucraina orientale e Kiev. La Russia ha ripetutamente smentito le accuse, avvertendo che le sanzioni occidentali sono controproducenti e minano la stabilità globale.

The US and European sanctions against Russia have obstructed the strengthening of security in the Western states, as lack of cooperation with Moscow impedes successful fight against terrorism, Vice President of Italy’s Chamber of Deputies Luigi Di Maio said Tuesday. "The sanctions against Russia are primarily an obstacle to strengthening security of the West," Di Maio, who is one of the leaders of the Italian opposition Five Star Movement, told RIA Novosti in an interview. Di Maio added that it is necessary to unify Russian and Western security forces’ know-how to counter terrorism, in particular the Islamic State (IS, banned in Russia) terrorist group. Since 2014, relations between Russia and the European Union have soured amid the crisis in Ukraine. Brussels, Washington and their allies have introduced several rounds of anti-Russia sanctions since Crimea became part of Russia in 2014 and over Moscow's alleged involvement in the conflict between the pro-independence eastern Ukrainian militias and Kiev. Russia has repeatedly refuted the allegations, warning that the Western sanctions are counterproductive and undermine global stability.