L'Italia e gli altri Stati dell'Ue dovrebbero tenere referendum sul lasciare la moneta comune dell'eurozona. Lo ha detto il vice presidente della Camera dei Deputati ed esponente del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, in un'intervista. "Non dovremmo prendere la decisione al posto dei cittadini, dobbiamo dare loro la possibilità di decidere da soli sulla questione (rifiutare l'euro) - ha sottolineato -. Spero che sarà possibile per gli altri membri della zona euro tenere referendum sul destino ulteriore anche dell'euro". Di Maio ha sottolineato che da quando è arrivato la zona euro, l'Italia ha perso circa il 25 per cento della sua ricchezza nazionale e ha aggiunto che la Germania è l'unico stato che beneficia dell'esistenza della moneta unica, mentre gli altri membri dell'Ue fingono di non essere danneggiati dalla moneta comune.

Italy and other EU states need to hold referendums on giving up the eurozone common currency, Vice President of Italy’s Chamber of Deputies Luigi Di Maio said Tuesday. "We should not be taking the decision instead of the citizens, we should give them an opportunity to make the decision on the issue [of rejecting euro] themselves. I hope that it will be possible for the other states of the Eurozone to hold the referendum on euro’s further fate, too," Di Maio, one of the leaders of the Italy's opposition Five Star Movement (M5S) party, told RIA Novosti in an interview. The lawmaker stressed that since joining the Eurozone, Italy lost some 25 percent of national wealth. Di Maio added that Germany is the only state, which benefits from the existence of euro, whilst other EU members pretend not to be damaged by the common currency.