Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Rosa D’Amelio, ha approvato a maggioranza con il voto contrario del M5S e l’astensione del centro-destra l’“Assestamento al Bilancio di previsione 2016/2018 della Regione Campania” e a maggioranza, col voto contrario di M5S ed il centrodestra la “Variazione al Bilancio di previsione finanziario 2016-2018”, ad iniziativa dell’assessore regionale competente Lidia D’Alessio. Con tali provvedimenti, introdotti all’esame dell’aula dal presidente della Commissione bilancio, Francesco Picarone, rispettivamente, si assestano le previsioni dell’anno in corso con riferimento a quelle che sono le determinazioni puntuali dei residui attivi e passivi, e alla luce del Rendiconto 2013, che ha recepito il giudizio di parifica della Corte dei Conti, sezione regionale di controllo. Così come spiegato in aula dalla D’Alessio, viene autorizzata una rimodulazione delle dotazioni di bilancio per rendere più efficiente ed efficace la spesa della Regione Campania nell’ultima fase dell’esercizio finanziario in corso. In particolare, con la variazione di bilancio vengono incrementati gli stanziamenti relativi alla Missione e ai Programmi dei trasporti, anche per adeguare il taglio del Fondo Nazionale Trasporti disposto a livello centrale e, per rimodulare l’ambito dei settori del sostegno alle famiglie per la realizzazione di spese non più differibili. Per raggiungere questo obiettivo, sono state utilizzate le disponibilità residue di bilancio destinate a spese, ad oggi, ancora non avviate, e agli stanziamenti del Consiglio regionale che contribuisce a tale variazione con un importo di quasi 17 milioni da una quota dell’avanzo di amministrazione dal rendiconto generale per l’anno 2015. Sempre in materia di bilancio, il Consiglio ha approvato a maggioranza, con l’astensione del M5S, la delibera amministrativa “Variazione al Bilancio di previsione del Consiglio regionale per il triennio 2016-2018” , introdotta all’esame dell’Aula dal consigliere questore alle finanze, Antonio Marciano. Infine, sulla proposta di legge “Modifiche alla legge regionale 9 gennaio 2014, n. 1 (Nuova disciplina in materia di distribuzione commerciale)”, ad iniziativa della consigliera Bruna Fiola (Pd), che l’ha richiamata direttamente in Aula in quanto scaduto il termine per l’approvazione in Commissione, il vice presidente della Giunta regionale Fulvio Bonavitacola ha reso noto che la Giunta ha approvato un testo unico in materia di commercio, di ricognizione e di innovazione, che è stato trasmesso in data odierna al Consiglio, ed ha evidenziato l’opportunità di un’adeguata attività istruttoria in Commissione al fine di favorire un ampio approfondimento ed una legge veramente produttiva ed efficace per il mondo del commercio, invitando, pertanto, l’esponente del Pd, che, in tale ottica, si è detta d’accordo, a condividerne il ritorno in Commissione. A sollecitare l’importanza del tema anche il capogruppo di FdI Alberico Gambino, firmatario di proposte sul commercio, ed il Presidente della III Commissione Nicola Marrazzo (Pd) che ha evidenziato la necessità di dare vita ad una legge condivisa con gli operatori del settore e che sia in grado di determinare un vero beneficio economico e sociale.