Piace #novembrealmuseo la campagna social promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che ha raccontato, attraverso gli scatti del profilo instagram @museitaliani, le forme dell'eros nelle opere d’arte provenienti dagli oltre 450 musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali. Oltre 100.000 visualizzazioni per il nuovo canale che ogni mese coinvolge migliaia di visitatori proponendo un tema diverso. Altrettante per il video che il Mibact ha realizzato per la campagna di novembre e che tra i protagonisti ha visto La coppia di Putti con fiori di Domenico Ferri, il Ratto di Elena di Guido Reni e Giacinto Campana, Antonio e Cleopatra di Jean Boulanger, Il Ratto di Proserpina di Gian Lorenzo Bernini, i Grandi Amanti di Giacomo Manzù, I Nudi Femminili di Jacopo Bertoja, La Venere e Cupido con due satiri di Simone Peterzano e La Venere e il Satiro di Luca Giordano, raccontati sulle note del secondo movimento del quartetto di Maurice Ravel , grazie alla collaborazione con L’istituto centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi. Il profilo instagram @museitaliani ha inoltre raccontato nel mese di novembre attraverso le immagini dei musei statali, i tesori custoditi, le professionalità coinvolte e il pubblico che li anima. E ancora, gli addetti scientifici, i conservatori, i restauratori e tutti coloro incaricati di curare gli allestimenti o la movimentazione delle opere. Non solo, insieme a queste figure negli scatti anche il pubblico, i custodi, gli addetti alla biglietteria, i laboratori didattici, le immagini d’archivio. Una rassegna fotografica che ha immortalato momenti di vita dei Musei Italiani: dal Museo Etnografico Pigorini di Roma al Museo Nazionale del Bargello, dalla Pinacoteca di Brera al parco archeologico di Egnazia, dal Museo Nazionale di Capodimonte a Napoli al Palazzo Mansi di Lucca, da Pompei al Museo di Arte Orientale di Venezia fino al Museo Nazionale Archeologico di Reggio Calabria. Grazie al contributo prezioso dei musei italiani il profilo ha postato scatti inediti scovati negli archivi: dal bianco e nero del 1966 che immortala la messa in sicurezza delle opere delle Gallerie degli Uffizi dopo l’alluvione del 4 novembre, in contemporanea con le celebrazioni dei 50 anni dal disastro, alle immagini esclusive del restauro de ‘L’ultima cena’ di Giorgio Vasari interamente recuperata dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze. E ancora la foto del dipinto le “Bolle di sapone” conservato a Palazzo Reale a Pisa, il tramonto dal Palazzo Reale di Genova ed infine i capolavori di Caravaggio alla Galleria Borghese a Roma in occasione della grande mostra appena inaugurata L’origine della Natura Morta. Da domani i protagonisti di #dicembrealmuseo saranno gli animali: al via la campagna social ‘lo zoo delle meraviglie’ che invita tutti i visitatori dei musei a cercare gli animali tra le collezioni statali, postarli e condividerli sui social.