Si è dimesso il capo segreteria particolare del viceministro delle Politiche agricole Andrea Olivero. A quanto apprende AGRICOLAE sembrerebbe che la decisione sia arrivata in seguito all’inchiesta sul biologico che avrebbe portato ad alcune discrasie per quanto riguarda l’importazione dei prodotti ”falso bio”‘ dalla Romania, come anticipato in un precedente articolo.

Tutto sembrerebbe essere partito da un’inchiesta della Procura di Pesaro su alcuni prodotti falsamente bio – sembrerebbe per lo più grano che si trasforma in pasta – provenienti dal paese dell’Est che vedrebbe coinvolti alcuni imprenditori che hanno importato prodotti biologici dall’Est Europa che – a quanto sembra – non sono del tutto ‘bio’. “Greenworld” il nome dell’inchiesta della Guardia di Finanza e dell’ICQRF partita ad aprile del 2013, tramutata poi – a Roma – in “Vertical Bio” nel 2014. Il processo è formalmente iniziato a maggio di quest’anno ma, tra un rinvio e una notifica mancata, deve ancora partire. Si aspetta metà novembre quando avrà luogo la terza udienza. Ma per il Mipaaf o i suoi funzionari non sembrerebbero essere coinvolti nelle indagini.

Per saperne di più:

BIOLOGICO, PARTITO PROCESSO SUL FALSO CHE SI TRASFORMA IN PASTA.TUTTO NASCE DA INCHIESTA ICQRF. VICEMINISTRO OLIVERO IN PRIMA LINEA PER “EVITARE DANNI A SETTORE E TUTELARE AZIENDA TRUFFATA. ASPETTIAMO SVILUPPI’. POSSIBILE COLLEGAMENTO TRA CAPOSEGRETERIA E AZIENDA DENUNCIATA PER DIRIMERE LITE TRA I SOCI IN ROMANIA. ITALIA PRIMA IN UE VS CONTRAFFAZIONE. LO DICONO ANCHE I FRANCESI CHE VOGLIONO IMITARCI

INCHIESTA BIO, OLIVERO: “VEDREMO SVILUPPI, PRIMA POSSIBILE LEGGE”. DA MIPAAF PENSANO AD ALLONTAMENTO CAPOSEGRETERIA