Un dialogo tra la filosofia orientale e quella occidentale sulla concezione di mente e coscienza e una riflessione sul contributo che la psicologia, le neuroscienze e la fisica quantistica possono dare a una tematica sulla quale nell’ultimo ventennio si stanno interrogando ricercatori di scienze diverse. Su questo confronto si articola la due giorni di convegno dal titolo ‘ContemporaneaMente’, in programma il 3 e 4 dicembre al Cinema Modernissimo di Napoli, organizzato dall’Università ‘L’Orientale’, Centro L’arte della felicità, Ordine degli Psicologi della Campania, Dzogchen Community e Comunità Dzogchen Namdeling.  Alla sessione di sabato 3 dicembre, presieduta da Orofino, interverranno Robert Thurman, docente di Indo-Tibetan Studies alla Columbia University di New York, presidente della Tibet House di New York e papà dell'attrice Uma; Franco Fabbro, docente di Neuropsichiatria infantile presso l’Università di Udine; Giuseppe Riva, docente di Psicologia generale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. A presiedere la sessione del 4 dicembre sarà Antonella Bozzaotra. Sono previsti gli interventi del filosofo Aldo Masullo, di Giuseppe Vitiello e Marirosa Di Stefano, già professore associato di Neurofisiologia presso l’Università di Pisa, che ha svolto attività di ricerca all’estero presso l’University of Western Australia e presso l’Université de Montreal.