“I dati dell’Istat, che rivede al rialzo il pil del terzo trimestre (+1% su anno) e conferma l’aumento dello 0,3% rispetto al secondo semestre del 2016, sono la dimostrazione che siamo sulla strada giusta. Nonostante la congiuntura internazionale e le tensioni degli ultimi mesi rispetto al voto di domenica, i risultati sono positivi. Ma c’è comunque ancora molto da fare e per questo credo che il Paese abbia bisogno di stabilità. E’ necessario continuare il lavoro intrapreso ed è chiaro che tutto questo si può verificare solo con la vittoria del Sì al referendum”. Marco Miccoli, deputato del Pd e membro della commissione Lavoro di Montecitorio, parlando con IL VELINO, spiega così i dati dell'Istat sull’occupazione.

“Anche il dato sull’aumento dello 0,2% dei consumi nazionali è un dato buono e anche quello sulle esportazioni è importante (+0,1%) – sottolinea Miccoli -. Anche sull’occupazione i segnali sono positivi perché, seppur in presenza di un lievissimo calo degli occupati su base mensile, su base annua si conferma la tendenza all’aumento del numero di occupati dello 0,8%, che corrisponde a 174 mila posti di lavoro. Il tasso di occupazione quindi si assesta al 57,2%. Una spinta forte viene data dall’occupazione over 50, che aumenta di 376 mila unità. Altro dato positivo poi è che continuano a calare gli inattivi, persone che ritrovano la speranza di ritrovare un lavoro”. infine, "un'altra nota positiva è quella relativa alla disoccupazione giovanile, che continua la sua discesa e arriva al 36,4%, il livello più basso registrato dal 2012. Continua però a preoccupare l’occupazione femminile, anche se il calo è abbastanza lieve. Ma mi auguro che questi dati possano presto migliorare".