Il giorno 3 dicembre 2016 alle ore 12.00, in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità il Museo di Capodimonte propone, ai visitatori non vedenti e ipovedenti e ai loro accompagnatori il percorso tattile e narrativo Capodimonte tra le mani, grazie al quale è possibile toccare alcune opere della collezione permanente. L’itinerario inizia al primo piano del museo, dai busti settecenteschi raffiguranti le Quattro Stagioni, collocati nell’atrio, agli ambienti dell’Appartamento Reale, con il prezioso Tabernacolo disegnato da Cosimo Fanzago e il Salone delle Feste. Prosegue al secondo piano, nella Galleria delle arti a Napoli dal Duecento al Settecento e nella Sezione di arte Contemporanea, con i busti di Ferrante d’Aragona di Guido Mazzoni e di Giuseppe Verdi di Vincenzo Gemito, per concludersi con la Flagellazione di Cristo di Caravaggio, in stretto dialogo con il Grande Cretto Nero di Alberto Burri. Il percorso è progettato in collaborazione con il Servizio di Ateneo per le Attività di Studenti con Disabilità del Suor Orsola Benincasa e sarà riproposto il 13 dicembre alle ore 11.00, in occasione della Giornata Nazionale del Cieco. Per partecipare al percorso, offerto dal personale specializzato dei Servizi Educativi del Museo di Capodimonte, è necessaria la prenotazione.