L'Azerbaigian è pronto a partecipare a una riunione dell’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (Opec) e dei Paesi non Opec che si terrà a Doha il 9 dicembre. E’ quanto affermato dal ministero dell'Energia azero. L’Opec ha accettato ieri per la prima volta in otto anni di imporre un limite massimo alla produzione di petrolio per un totale di 32,5 milioni di barili al giorno. Il taglio della produzione di 1,2 milioni di barili al giorno è a partire dal 1 gennaio 2017. “Se riceviamo un invito a questo incontro, e se la nostra presenza è obbligatoria, siamo pronti a partecipare”, ha detto la portavoce del ministero Zamina Aliyeva a RIA Novosti. I Paesi non Opec sarebbero in grado di impostare i limiti di produzione di petrolio alla riunione della prossima settimana, ha aggiunto. “L'Azerbaigian è pronto ad accettare la proposta avanzata nel corso della riunione e di contribuire al processo di stabilizzazione del prezzo del petrolio” ha detto Aliyeva.

Azerbaijan is ready to attend a meeting of Organization of Petroleum Exporting Countries (OPEC) and non-OPEC countries in Doha on December 9, the Azeri Energy Ministry said Thursday. OPEC has agreed for the first time in eight years on Wednesday to impose an oil production ceiling totaling 32.5 million barrels per day. The production cut of 1.2 million barrels per day is effective on January 1, 2017. "If we receive an invitation to this meeting, and if our participation is mandatory, we are ready to participate," ministry spokeswoman Zamina Aliyeva told RIA Novosti. Non-OPEC countries would be able to set oil production limits at next week's meeting, she added. "Azerbaijan is ready to accept the proposal put forward at the meeting and to contribute to the process of oil price stabilization," Aliyeva said.