Nel corso di uno dei normali controlli antidroga, nel popoloso quartiere di San Basilio, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro hanno arrestato una coppia di romani, moglie e marito, di 56 e 59 anni, lui disoccupato e lei casalinga, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari, dopo aver notato la coppia a bordo della propria autovettura aggirarsi nel quartiere con fare sospetto, hanno deciso di pedinarla fino a via De Marchi, nel quartiere Forte Laurentino, dove sono stati poi visti entrambi scendere dal mezzo e recarsi verso una palazzina, ciascuno con una busta in mano. I due sono stati fermati e controllati sul portone d’ingresso. All’interno delle borse sono stati rinvenuti contenitori di plastica contenenti complessivamente 4,5 kg di cocaina. Con le chiavi trovate nella loro disponibilità i militari hanno effettuato anche un controllo in un appartamento, affittato dalla coppia, dove hanno rinvenuto, oltre a 670 g di cocaina, già suddivisi in dosi, una pressa idraulica utilizzata per preparare lo stupefacente, l’occorrente per tagliarlo e confezionarlo ed un televisore che i pusher accendevano ad alto volume per coprire i rumori prodotti dalla pressa quando era in funzione. La perquisizione è stata successivamente estesa anche presso la loro abitazione di residenza, a Guidonia Montecelio, dove sono stati sequestrati quasi 11mila euro in contanti, di vario taglio, ben occultati in vari punti dell’appartamento e ritenuti provento della pregressa attività di spaccio. I due sono stati accompagnati in caserma e successivamente, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, condotti in carcere, l’uomo a Regina Coeli e la moglie a Rebibbia.